Su questo sito utlizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per migliorare la tua esperienza di utilizzo del sito. Per accettare premi OK . Consulta la nostra policy sulla privacy OK
L'ACCOGLIENZA DI QUALITÀ IN LIGURIA

Risultati della ricerca

Ortovero

Savona - Riviera delle Palme

Savona - Riviera delle Palme

      | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 |     Page 1 of 10
Coltivazioni di rose e di pesche caratterizzano questo antico insediamento agricolo che sorge sulla sponda destra dell'Arroscia, poco più a monte della confluenza col Lerrone. Il Pigato trova ad Ortovero, paese aderente alle Città del Vino, uno dei punti di eccellenza. Il suo Centro Enologico- Enoteca Regionale ospita manifestazioni annuali per la valorizzazione di questo prodotto, che con Rossese e Vermentino completa la serie di vini del Ponente ligure. ( Altro Meno )

Situato nel fondovalle, in epoca romana esisteva qui un insediamento, «Ortus Vetus», localizzabile forse nell'attuale zona di Pozzo. Le prime notizie certe, dopo il silenzio dell'Alto Medioevo, presentano Ortovero come possesso dei marchesi di Clavesana. In seguito, venne nel 1341 concesso in feudo ai Cazzulini che, dopo dieci anni, lo cedettero al Comune di Albenga con il quale seguì le sorti della Repubblica di Genova. Nel 1763 insorse per protesta contro le eccessive imposizioni fiscali e nel 1797, con la costituzione della Repubblica Ligure, Ortovero si costituii, insieme a Pogli, comune indipendente all'interno della Giurisdizione del Centa. Interessante l'intero borgo di Pogli, con la sua struttura fortificata la cui origine è diversa da quella di Ortovero. Questo piccolo borgo fu fondato dal comune di Albenga nel 1288 per contrastare i Clavesana, fu posto a controllo della strada della valle Arroscia con gli stessi scopi difensivi che pochi anni prima avevano portato all’edificazione di Villanova e di Cisano.

La struttura urbana testimonia l'origine militare, con la sua pianta rettangolare e le vie che si incrociano ortogonalmente. Sono ancora visibili cinque torri e parte dell'originaria cinta di mura. La successiva storia del borgo si identifica con quella di Ortovero. Nella località Pozzo si possono vedere i resti del castello duecentesco dei Clavesana, preceduti dai ruderi di una torre e da tracce di un villaggio abbandonato. La parrocchiale di San Silvestro presenta rifacimenti del secolo scorso e la cappella dell'Immacolata, a pianta circolare, risale all'epoca barocca, così come la contemporanea cappella di S. Giovanni. Degna di nota è la Parrocchiale di S. Stefano, medievale ma con modifiche ottocentesche. Per gli amanti dello sport, su tutto il territorio comunale sono presenti sentieri e percorsi da percorrere a piedi, a cavallo e in mountain bike.

      | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 |     Page 1 of 10
Reception
Posso aiutarti?