Su questo sito utlizziamo cookie tecnici e, previo il tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per migliorare la tua esperienza di utilizzo del sito. Per accettare premi OK . Consulta la nostra policy sulla privacy OK
L'ACCOGLIENZA DI QUALITÀ IN LIGURIA

Scopri la Liguria

Hotel a Urbe


Comune situato sul versante settentrionale dell'Appennino Ligure ai confini con la provincia di Genova, comprende nuclei e centri sparsi nell'alta valle del torrente Orba, circondata da boschi di castagno e quercia. In passato le maggiori risorse erano l'agricoltura e in particolare la raccolta delle castagne, che oltre ad essere una fonte prevalente di cibo servivano come merce di scambio con la riviera. Nella frazione di Olba S. Pietro, la seconda domenica di ottobre, si svolge la tradizionale Castagnata.

Il territorio di Urbe è attraversato dall'Alta Via dei Monti Liguri, con numerosi percorsi di trekking immersi nella natura adatti per gli sportivi e per chi ama fare passeggiate , magari in ricerca di funghi. Meta di escursioni è la fresca valle del fiume Orba, che si può raggiungere sia da Albisola lungo la statale del Giovo, sia da Varazze passando per la cima del Beigua, scendendo verso Pra Riondo e Piampaludo e fiancheggiando il laghetto morenico del Laione. Da non perdere una passeggiata al passo del Fajallo a 1061 metri, tra prati e faggette con panorami mozzafiato su Genova e il Monte Rosa.

Le frazioni del vasto comune di Urbe (Vara, Martina d'Olba, Acquabianca e S.Pietro d'Olba) erano un antico possesso dell'abbazia di Tiglieto, donato al vescovo di Acqui nel sec. XI. Citato come Urbs e Urba nei diplomi imperiali del 981 e 1002, seguì le vicende di Sassello di cui fece parte fino al 1798. Il piccolo centro di S. Pietro d'Olba sorge alla confluenza del torrente Orbarina nell'Orba, una zona estremamente importante e strategica perché crocevia di antichissimi sentieri che, seguendo il percorso dei due fiumi, portano al Passo del Fajallo e al Beigua. La seicentesca chiesa parrocchiale di San Pietro è una ricostruzione del 1775, all'interno le quattro grandi tele sulle pareti riportano i momenti più significativi della vita del santo. Merita una nota la seicentesca parrocchiale di San Giacomo, in località Martina d'Olba, che conserva interessanti decorazioni e un altare marmoreo del Settecento. La più interna delle frazioni del Comune di Urbe è Acquabianca, il cui nome evidenzia la trasparenza del Rio Baracca e del Rio Carpescio, affluenti dell'Orba.

Cerca e prenota un Hotel a Urbe

      | 1 2 3 |     Page 2 of 3
Reception
Posso aiutarti?